La bolla immobiliare. Le conseguenze economiche delle politiche speculative urbane epub – Intimatenights.co.uk


La bolla immobiliare. Le conseguenze economiche delle politiche speculative urbane L economia materia complessa e spesso le difficolt e la paura di numeri troppo grandi e troppo volubili scoraggiano anche i pi volonterosi Pi semplice rifugiarsi nella polemica quotidiana, dove lo schema esplicito e da tempo delineato Quello che sta accadendo oggi nel paese, a livello nazionale, con le dichiarazioni sull edilizia volano dell economia , e in molte citt , come a Milano, dove si progetta di creare molto denaro abbandonando la citt nelle mani degli immobiliaristi e delle banche, richiede per una presa di posizione rigorosa, fondata sui prevedibili effetti sistemici che potranno avere queste politiche I dati economici e gli esempi storici sono a disposizione di tutti, anche se occorre una difficile opera di selezione Sia lo stimolo nazionale all edilizia che i piani urbani sono a tutti gli effetti politiche economiche, che quindi possono favorire o ostacolare lo sviluppo e la crescita del paese Questo saggio si propone di dimostrare che le politiche attuali di incentivazione edilizia e le politiche urbane ipocritamente generose sfociano necessariamente nella speculazione e, anzich favorire la ripresa economica, finiranno inevitabilmente per preparare una nuova crisi che il paese, tra i pochi a perseverare nell opzione immobiliare, dovr affrontare in solitudine



2 thoughts on “La bolla immobiliare. Le conseguenze economiche delle politiche speculative urbane

  1. tommaso badano tommaso badano says:

    Questo libro, assieme allaltro esito a ruota sempre da Mario De Gasperi, rappresenta un lavoro attento di ricerca e di studio su quello che il mercato immobiliare speculativo Sicuramente un testo utile per capire la situazione attuale e quali sono stati i presupposti per giungerci.


  2. Cliente intimatenights.co.uk Cliente intimatenights.co.uk says:

    Bello, scritto bene e piccolo, comodo da portare in tasca


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *